L’unità di misura dei gioielli in oro:

La purezza dell’oro si misura in carati

Siccome l’oro in natura è estremamente duttile e malleabile, è inutilizzabile per la realizzazione di gioielli o altri oggetti di uso comune, per questo motivo viene integrato con altre leghe in modo da renderlo più resistente e facilmente lavorabile.

Quando l’oro è in lega con altri metalli, la sua purezza si misura in carati o in millesimi. Di seguito sono elencate tutte le carature reali dei gioielli:

8 CARATI = 333 MILLESIMI DI GRAMMO = TITOLO 333
9 CARATI = 375 MILLESIMI DI GRAMMO = TITOLO 375
12 CARATI = 500 MILLESIMI DI GRAMMO = TITOLO 500
10 CARATI = 417 MILLESIMI DI GRAMMO = TITOLO 417
14 CARATI = 585 MILLESIMI DI GRAMMO = TITOLO 585
18 CARATI = 750 MILLESIMI DI GRAMMO = TITOLO 750
21 CARATI = 875 MILLESIMI DI GRAMMO = TITOLO 875
22 CARATI = 916 MILLESIMI DI GRAMMO = TITOLO 916
24 CARATI = 999 MILLESIMI DI GRAMMO = TITOLO 999

Nel caso delle leghe d’oro dunque un “carato” equivale ad una parte d’oro puro su un totale di 24 parti di metallo costituente la lega.

Ne deriva, ad esempio, che la dicitura 18 carati  sta ad indicare che la lega è costituita da 18 parti d’oro puro e 6 parti di altri metalli e viene abbreviato con le sigle ct o kt o prevalentemente con la sola k spesso affiancata al numero senza alcuno spazio, ad esempio 18k. L’oro di massima purezza è dunque a 24 carati cioè 24 parti d’oro “puro” su 24 totali e si indica con la sigla 24k.

Il termine carato come unità di misura dei diamanti

Il carato viene usato anche come unità di misura dei diamanti e delle pietre preziose, 1 carato equivale a 0,2 grammi.

www.gioielleriamomentipreziosi.it
www.gioielleriamomentipreziosi.it

 

Differenza tra oro giallo e oro bianco

Visto che si danno tante informazioni improprie su questo argomento, in quest’articolo vogliamo specificare la basilare differenza tra oro giallo e oro bianco, buona lettura!

Iniziamo con alcuni cenni sulle origini dell’oro, devi sapere che l’oro si trova allo stato nativo nelle rocce e nei depositi alluvionali sotto forma di pepite, grani e pagliuzze e al suo stato naturale è estremamente duttile e malleabile.

Proprio a causa della sua malleabilità, l’oro puro (999/1000) è inutilizzabile per la realizzazione di gioielli o altri oggetti di uso comune, per questo motivo viene integrato con altre leghe in modo da renderlo più resistente e facilmente lavorabile.

L’unità di misura dell’oro

Quando è in lega con altri metalli, la sua purezza si misura in carati o inmillesimi. Di seguito sono elencate tutte le carature esistenti:

8 CARATI = 333 MILLESIMI DI GRAMMO = TITOLO 333
9 CARATI = 375 MILLESIMI DI GRAMMO = TITOLO 375
12 CARATI = 500 MILLESIMI DI GRAMMO = TITOLO 500
10 CARATI = 417 MILLESIMI DI GRAMMO = TITOLO 417
14 CARATI = 585 MILLESIMI DI GRAMMO = TITOLO 585
18 CARATI = 750 MILLESIMI DI GRAMMO = TITOLO 750
21 CARATI = 875 MILLESIMI DI GRAMMO = TITOLO 875
22 CARATI = 916 MILLESIMI DI GRAMMO = TITOLO 916
24 CARATI = 999 MILLESIMI DI GRAMMO = TITOLO 999

La composizione dell’oro bianco

Il titolo più comunemente usato per i gioielli in Italia è 18 Carati o 750/1000.

Un gioiello in oro bianco 18Kt o 750% equivale a 750 millesimi di oro puro e 250 millesimi di rame e palladio, questo come spiegato in precedenza per conferire maggiore resistenza al gioiello e permettere di essere lavorato.

La composizione dell’oro giallo

Le leghe aggiunte all’oro giallo sono rame, argento e zinco quindi nei gioielli in oro giallo con titolo 18Kt o 750/1000 troveremo 750/1000 di oro puro e la rimanente parte 250/1000 di rame, argento e zinco.

Esempio: In un gioiello con titolo 8 Carati o 333/1000 avremo 333 millesimidi oro puro e il restante 667/1000 di altri metalli.

E’ bene precisare che anche i gioielli o gli orologi in oro bianco 18Kt o 750/1000 alle loro origini presentano un colore tendente al grigio, ma raggiungono un colore bianco splendente dopo il trattamento chimico chiamato rodiatura.

IMPORTANTE!

Ricorda che ogni gioiello in Oro deve aver inciso OBBLIGATORIAMENTE PER LEGGE il TITOLO (Es. 750%) del metallo e a fianco al titolo dei numeri che sono l’identificativo del fabbricante assegnato dall’ente preposto (regione e provincia del fabbricante).

Contattaci in qualsiasi momento per ogni tuo dubbio o curiosità, cercheremo di risponderti il prima possibile!

Se vuoi acquistare gioielli ESCLUSIVAMENTE in oro 18Ct  rigorosamente autentici e accompagnati da certificato di garanzia visita il nostro sito online e scopri la PROMOZIONE a te dedicata! https://www.gioielleriamomentipreziosi.it/it/4-gioielli-in-oro
Buona giornata da:

www.gioielleriamomentipreziosi.it
www.gioielleriamomentipreziosi.it

L’acciaio usato per produrre i gioielli

Partiamo dal punto che il 90% dei gioielli e degli orologi in commercio sono realizzati in acciaio 316 L (“L” sta per Low Carbon a basso contenuto di carbonio).

Di seguito sono indicati in percentuale tutti gli elementi che costituiscono la lega:

Acciaio 316 L:

Cromio (16,5/18,5%)

Nickel (10,5/13,5%)

Molibdeno(2/2,25%) C (< 0.03%)

Quindi se sei allergica ad uno dei materiali indicati sopra il consiglio è di evitare di acquistare il gioiello o l’orologio (in acciaio 316L) in modo da evitare possibili disturbi o fastidi.

CONSIGLIO: Se possiedi già degli orecchini in acciaio che ti provocano dolore all’interno del lobo dell’orecchio, un bracciale in acciaio o un orologio che ti causano prurito nella zona del polso, per eliminare o quantomeno alleviare il fastidio, spalma dello smalto trasparente in modo da non avere il contatto diretto con il metallo e riuscire ad indossarli.

L’acciaio 316 L detto anche “chirurgico” è molto utilizzato nella creazione dei gioielli per le seguenti caratteristiche:

E’ più duro di altri metalli

La sua composizione chimica lo rende quasi esente da graffi e permette ad esso di sopportare con maggiore efficienza gli elementi corrosivi come il sudore, la polvere e l’umidità. E’ quindi più difficile che venga danneggiato a differenza di oro e argento.

E’ Ipoallergenico

L’acciaio 316 L è un materiale altamente anallergico, il che significa che molto raramente le persone accusano reazioni allergiche a questo materiale. Per questo motivo viene usato molto anche in chirurgia.

Ottima resistenza alla corrosione;

Facilità di ripulitura e ottimo coefficiente igienico;

Facilmente lavorabile, forgiabile e saldabile;

In condizione di totale ricottura non si magnetizza.

 

Articolo offerto da:

www.gioielleriamomentipreziosi.it
     www.gioielleriamomentipreziosi.it

 

Trucchi per riconoscere i gioielli falsi

Una volta che conoscerai questi SEGRETI esclusivi che il 90% delle persone non sanno, saprai riconoscere in QUALSIASI MOMENTO l’autenticità dei tuoi gioielli che conservi da tempo o che hai intenzione di acquistare, [buona lettura]:

1. Innanzitutto bisogna conoscere la caratura o titolo dei gioielli, quindi la prima cosa da verificare è la caratura e il marchio inciso sul gioiello, questi sono elementi indispensabili e obbligatori per legge.
Di seguito sono indicate tutte le carature reali esistenti:
8 CARATI = 333 MILLESIMI DI GRAMMO = TITOLO 333
12 CARATI = 500 MILLESIMI DI GRAMMO = TITOLO 500
14 CARATI = 585 MILLESIMI DI GRAMMO = TITOLO 585
18 CARATI = 750 MILLESIMI DI GRAMMO = TITOLO 750
22 CARATI = 916 MILLESIMI DI GRAMMO = TITOLO 916
24 CARATI = 999 MILLESIMI DI GRAMMO = TITOLO 999
Se esaminando il gioiello con una lente di ingrandimento, noti a fianco al titolo e al logo dei numeri, questi sono l’identificativo del fabbricante assegnato dall’ente preposto (regione e provincia del fabbricante).
IMPORTANTE!
Se leggi la scritta 750 ma non è all’interno del simbolo indicato nella foto (rombo) allora il tuo gioiello non è autentico ma sicuramente un falso.
2. La seconda prova è di accertarti che il gioiello non sia sbiadito o scolorito. Ricorda, i gioielli in oro o argento presentano interamente un colore intenso e acceso, quindi con una piccola lima o carta abrasiva strofina su una parte del gioiello asportando anche un po’ di materiale, per accertarti che non siano presenti altri metalli sotto. 

3. Un ulteriore prova che ti consigliamo è di avvicinare il gioiello ad una calamita per assicurarti che non ci siano elementi di ferro o acciaio (esclusa la chiusura che ha la molla in acciaio) sotto un eventuale doratura.

4. La quarta ed ultima prova che ti da la certezza completa, è di acquistare una pietra paragone e una boccettina di acido specifico per testare l’oro o l’argento, ne esistono per tutte le carature esistenti.
Si strofina il gioiello sulla pietra e dopo aver posato l’acido sulla traccia affiorata, se questa scompare significa che il gioiello non è del materiale indicato sulla boccetta, al contrario se la traccia rimane il gioiello è autentico.

 

Articolo offerto da:

www.gioielleriamomentipreziosi.it
www.gioielleriamomentipreziosi.it

La rodiatura dei gioielli

La rodiatura è un trattamento galvanico che viene effettuato principalmente su gioielli in oro, argento e orologi di prestigio per conferire maggiore lucentezza e splendore a questi preziosi oggetti di valore.

IL RODIO:  E’ uno dei metalli più preziosi al mondo, con platino, palladio, rutenio, iridio e osmio, fa parte di un gruppo di elementi denominati metalli del gruppo del platino. Questi metalli hanno proprietà fisiche e chimiche simili, ma il rodio è il più raro in assoluto. Non esistono miniere di rodio puro; il rodio è ottenuto esclusivamente come sottoprodotto delle attività di estrazione di platino e nichel.

COME AVVIENE: Dopo aver accuratamente sgrassato e rifinito il gioiello, si immerge in una soluzione a base di rodio (bagno galvanico). Questo processo di elettrolisi conferisce al gioiello un sottilissimo strato di rodio solitamente 1 micron. La rodiatura di oggetti in oro e argento non ha solamente una funzione estetica ma consente anche di proteggerli dall’ossidazione e dall’usura, aggiungo inoltre che qualora possedete gioielli o orologi in oro giallo è possibile tramite questo trattamento farli diventare bianchi e quindi sembrare in oro bianco.

PULIZIA: Consiglio sentitamente di non pulire i gioielli rodiati con panni o liquidi abrasivi, in quanto questi agenti potrebbero portare via la rodiatura. Operazione che può invece essere svolta su oggetti in argento “vivo” (non rodiati e non laccati).

CONSIGLI PER LA CURA: Essendo pur sempre un sottilissimo strato, consiglio di non indossare assolutamente i gioielli in oro al mare e quindi a contatto con acqua salata o anche acqua dolce, non lasciare il gioiello esposto al sole per un periodo prolungato, evitare il più possibile gli urti.

Articolo offerto da:

www.gioielleriamomentipreziosi.it
www.gioielleriamomentipreziosi.it

 

 

Consigli per la cura dei gioielli

Con questo articolo vogliamo omaggiarvi di utili consigli da tenere sempre a mente sulla cura dei tuoi gioielli in oro, argento e anche di bigiotteria in modo da poterli sfoggiare sempre in maniera raffinata ed impeccabile nel tempo.

UTILIZZO: Per evitare di sciupare o deteriorare i tuoi gioielli, tienili lontani da profumi, creme o prodotti spray. In caso di utilizzo dei suddetti prodotti, ti consigliamo di aspettare che si asciughino o evaporino prima di indossarli.

PULIZIA: Per la normale pulizia, consigliamo di utilizzare un panno morbido asciutto o inumidito soltanto con acqua fredda.

Per non rischiare di danneggiare i tuoi gioielli, ricorda sempre di non utilizzare detergenti o sostanze chimiche, acqua calda o sistemi ad ultrasuoni. E’ CONSENTITO soltanto sapone neutro.

TEMPERATURA: Il consiglio è di non esporre ASSOLUTAMENTE i tuoi gioielli a fonti di calore eccessive e soprattutto, per evitare che sbiadiscono, non lasciare il monile esposto al sole per un periodo prolungato.

ACQUA: Per far sì che i tuoi gioielli siano sempre SPLENDENTI, rifiniti ed integri in tutti i loro dettagli è VIETATO assolutamente indossarli al mare e quindi in acqua salata, sotto la doccia ed anche a contatto con acqua calda.

CONSERVAZIONE: Conservali nella loro confezione originale o avvolti in un panno se non utilizzati per lunghi periodi di tempo al fine di proteggerli da umidità e polvere.

Contattaci in qualsiasi momento per ogni tuo dubbio o curiosità, cercheremo di risponderti il prima possibile! ti consigliamo di visitare il nostro catalogo online dove trovi gioielli a prezzi SCONTATI fino al 50% –>

www.gioielleriamomentipreziosi.it