sml12-risultato

L’acciaio usato per produrre i gioielli

Partiamo dal punto che il 90% dei gioielli e degli orologi in commercio sono realizzati in acciaio 316 L (“L” sta per Low Carbon a basso contenuto di carbonio).

Di seguito sono indicati in percentuale tutti gli elementi che costituiscono la lega:

Acciaio 316 L:

Cromio (16,5/18,5%)

Nickel (10,5/13,5%)

Molibdeno(2/2,25%) C (< 0.03%)

Quindi se sei allergica ad uno dei materiali indicati sopra il consiglio è di evitare di acquistare il gioiello o l’orologio (in acciaio 316L) in modo da evitare possibili disturbi o fastidi.

CONSIGLIO: Se possiedi già degli orecchini in acciaio che ti provocano dolore all’interno del lobo dell’orecchio, un bracciale in acciaio o un orologio che ti causano prurito nella zona del polso, per eliminare o quantomeno alleviare il fastidio, spalma dello smalto trasparente in modo da non avere il contatto diretto con il metallo e riuscire ad indossarli.

L’acciaio 316 L detto anche “chirurgico” è molto utilizzato nella creazione dei gioielli per le seguenti caratteristiche:

E’ più duro di altri metalli

La sua composizione chimica lo rende quasi esente da graffi e permette ad esso di sopportare con maggiore efficienza gli elementi corrosivi come il sudore, la polvere e l’umidità. E’ quindi più difficile che venga danneggiato a differenza di oro e argento.

E’ Ipoallergenico

L’acciaio 316 L è un materiale altamente anallergico, il che significa che molto raramente le persone accusano reazioni allergiche a questo materiale. Per questo motivo viene usato molto anche in chirurgia.

Ottima resistenza alla corrosione;

Facilità di ripulitura e ottimo coefficiente igienico;

Facilmente lavorabile, forgiabile e saldabile;

In condizione di totale ricottura non si magnetizza.

 

Articolo offerto da:

www.gioielleriamomentipreziosi.it
     www.gioielleriamomentipreziosi.it

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *